Pratiche MTR ARERA

La nostra azienda di consulenza alle imprese è tra le poche in provincia di Salerno a vantare esperienza certificabile nella redazione degli adempimenti previsti dall'Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA), in considerazione di numerosi affidamenti ricevuti dal 2013 ad oggi da Enti e Società Partecipate che sono sotto il controllo dell'Autorità. Con la legge di bilancio 2018 sono stati attribuiti all'Autorità compiti di regolazione e controllo anche nel settore dei rifiuti. L'impatto di tale attribuzione sarà radicale. Ad esempio, prima del settore dei rifiuti ARERA ha stravolto completamente norme e organizzazione dei gestori operanti nei settori elettrico, gas ed acquedotto, e si prevede che un simile destino toccherà ai gestori del ciclo dei rifiuti.

Scadenza prevista per l'adempimento

Entro il 30 aprile 2020 tutti i soggetti gestori del ciclo integrato dei rifiuti saranno tenuti alla redazione del primo significativo adempimento che ARERA ha previsto: con il Metodo Tariffario servizio integrato di gestione dei Rifiuti (MTR) 2018-2021, i corrispettivi TARI - voce significativa delle entrate degli Enti - dovranno essere bilanciati con i costi sostenuti e gli investimenti da attuare all'interno del ciclo dei rifiuti. Sono coinvolti i comuni che:
  • gestiscono il servizio in economia, oppure
  • hanno affidato parzialmente le attività a terzi (ad esempio svolgono ancora internamente solo l'attività di bollettazione, recupero crediti, rapporto con utenti), oppure
  • si trovano in un territorio in cui non risulta ancora insediato un Ente di Governo d'Ambito (ATO)

Impatto sull'organizzazione e sull'operatività

Tale attività ha grossi impatti organizzativi ed operativi:
  • gli Enti saranno tenuti ad una forte rendicontazione, con la strutturazione di strumenti contabili di controllo di gestione e di riclassificazione simili a quelli previsti per la contablità industriale, al fine di individuare i costi associabili al servizio di gestione dei rifiuti, nonchè i cespiti utilizzati per tali attività
  • gli Enti dovranno implementare dei calcoli estremamente elaborati rispondenti alla delibera ARERA n. 443/2019, che presuppongono competenze nell'ambito dell'ingegneria gestionale e della costruzione di modelli di calcolo, nonchè, visto il breve tempo a disposizione, competenze certe ed esperienze pregresse con adempimenti ARERA
  • gli Enti dovranno determinare i corrispettivi e le tariffe da addebitare nel biennio 2020-2021 sulla base di un comprovato equilibrio tra il getitto TARI ed i costi di sostentamento del servizio
  • per il biennio precedente 2018-2019, occorrerà rendicontare a consuntivo corrispettivi e costi, e restituire l'eventuale gettito eccedente alle utenze oppure recuperarlo (se inferiore al valore che garantisce l'equilibrio costi-ricavi) nel biennio successivo
  • occorre predisporre un piano economico-finanziario contenente gli investimenti previsti e le risorse finanziarie al fine di confermare l'equilibrio economico-finanziario del servizio
  • occorre predisporre un'ampia relazione tecnica con la quale si descrive il modello organizzativo applicato dall'Ente, le strutture e le risorse a disposizione dell'Ente per la gestione del ciclo dei rifiuti e note esplicative dettagliate che ripercorrano la metodologia adottata nell'elaborazione
  • occorre allegare una dichiarazione di veridicità delle informazioni presentate, sotto la responsabilità del firmatario
Da questi punti si comprendere l'onere operativo necessario all'attività di elaborazione ed i rischi economico-finanziari connessi ad un errato calcolo degli elementi (con conseguente riduzione della tariffa e del gettito).
I consigli comunali dovranno approvare tali tariffe e successivamente il piano va trasmesso all'Ente Territorialmente Competente (es. ATO se già costituito, oppure saranno i comuni a dover provvedere) che a sua volta lo inoltrerà ad ARERA. ARERA verificherà puntualmente i dati ricevuti e comunicherà diniego, richiesta di rettifica o approvazione delle tariffe e degli atti ricevuti.
Enterprise LAB srl offre un'attività di supporto operativo alla redazione della pratica mettendo a disposizione le proprie risorse per gestire l'adempimento.
In considerazione del fatto che all'interno dei costi e degli investimenti relativi al ciclo integrato dei rifiuti c'è modo di ribaltare anche i costi di consulenze o implementazioni di tool informatici per la gestione degli adempimenti, la nostra consulenza sarà rendicontabile all'interno dei futuri strumenti di calcolo della tariffa TARI.

Primi passi verso una regolamentazione spinta

In aggiunta alle precedenti attività necessarie all'adempimento MTR, si segnalano i anche seguenti adempimenti:
  • Con delibera ARERA 444/2019 in vigore dal 1 aprile 2020 è stato introdotto il Testo Integrato in tema di Trasparenza nel servizio di gestione dei Rifiuti (TITR), che avrà delle conseguenze significative in termini di produzione documentale (bollettazione, riscossione, regolamenti, pagamenti, informative, comunicazioni agli utenti)
  • dal 2020 è attivo il bonus sociale TARI che andrà riconosciuto a chi ne farà richiesta
  • Sono stati prorogati al 18 febbraio 2020 i termini per ottemperare agli obblighi di trasmissione dei dati e delle informazioni inerenti alla qualità del servizio gestione tariffe e rapporti con gli utenti del ciclo integrato dei rifiuti disponibile al link https://www.arera.it/it/comunicati/20/200128.htm.
Consigliamo di partire in anticipo perchè alcune informazioni da dichiarare potrebbero non essere facilmente reperibili.

La nostra poposta di supporto agli Enti

Tutti questi adempimenti, a nostro parere, condurranno gli Enti verso l'acquisizione di strumenti software o verso la necessità di supporto tecnico esterno al fine di adeguarsi ai provvedimenti dell'Autorità che certamente aumenteranno. Essendo la nostra impresa proprietaria di applicativi conformi alle norme ARERA, seppur utilizzati in altri settori e da convertire al Vs, ove gli Enti fossero interessati, la proposta di supporto per l'adempimento specifico potrebbe essere parte di un più continuo rapporto di collaborazione.